e-mail: info@nicolapreviti.com   |  mob: (+ 39) 349 50 55 187

URLOPOP INTERVISTA NICOLA PREVITI

http://www.urlopop.net/news-interviste/artists/nicola-previti-la-vita-e-una-vera-magia

È una bellissima giornata di sole si sente il profumo di primavera, d’altronde siamo già il 24 marzo.  La primavera non è primavera se non arriva troppo presto. Quella stagione nella quale tutti corriamo all’aperto per respirare finalmente un po’ di fresche sensazioni. Nell’aria cè qualcosa di magico.  La vita è piena di magia per chi la vuole vedere. La magia è un modo di percepire ciò che ci circonda. Ed è quando inizi a guardati intorno con occhi diversi che iniziano ad accadere cose meravigliose.

Tra dieci minuti ho un appuntamento con un vero giovane mago, si chiama Nicola Previti ed è di Treviso. Secondo voi, cari amici, cosa significa “essere un mago”? Come disse William Bolitho “La professione di mago, è una delle più pericolose ed ardue specializzazioni dell’immaginazione. Da una parte c’è l’ostilità di Dio e della polizia da cui guardarsi; dall’altra è difficile come la musica, profonda come la poesia, ingegnosa come una scenografia, nervosa come la fabbricazione di potenti esplosivi, e delicata come il traffico di narcotici.”

Ma non sarà meglio se chiediamo direttamente a Nicola? Ciao Nicola, raccontaci come è nata la tua passione per la magia. Ed a che età hai iniziato.

NICOLA – La mia passione per la magia nasce a sette anni, quando a natale mi è stata regalata la Magic box – la scatola del grande mago.  Dai sette ai dieci anni è nata la vera e propria passione, che poi purtroppo è stata quasi abbandonata fino ai miei quattordici anni. A 14 anni io vedevo in televisione il Gioco dell‘Oca, condotto da Jocelyn, famoso conduttore televisivo e tutti i sabati in prima serata c’era anche il mago Martin che faceva delle cose pazzesche – apparizioni, sparizione di ragazze, levitazioni, donne tagliate in due, vi voglio ricordare che erano gli anni ’90! Il mago Martin era il mio mito! Un giorno ho scoperto che mago Martin che io pensavo fosse irraggiungibile, abitava a Maserada, un paese davvero vicino al posto dove abitavo io all’epoca. Quindi dico al mio papà, “tu papà, mi devi assolutamente portare da lui!”. Siamo andati alla ricerca di questo mago e così sono riuscito a conoscerlo. E da li, è esplosa la mia vera passione. Il mio primo spettacolo l’ho fatto al teatro di Preganziol. Devo tutto a lui, ancora oggi è per me il mio consigliere ufficiale un vero maestro, un pozzo infinito di conoscenza.

URLOPOP – C’é mai stato qualche trucco che il tuo maestro non ha capito come è stato fatto?

NICOLA – No, il momento in cui io ho superato il maestro, questo no… Però ci sono stati dei momenti in quali io ho ricevuto da lui dei complimenti per i successi ottenuti. Quello si. Mi ha fatto molto piacere che il mio maestro mi dicesse – ecco bravo! Conoscere il mago Martin mi ha permesso di entrare nel Club Magico Italiano, l’associazione magica più antica d’Italia, il CMI ha iscritti sia dilettanti che professionisti. Pensa un pò questo club nasce nel 1953 a Treviso in Via Manin 6. Dopo pochi anni si è trasferito a Bologna dove ancora attualmente ha la sede ma tutto nasce a Treviso e questo non lo sa quasi nessuno!

URLOPOP – Allora grazie a te adesso lo sanno tutti!

NICOLA – Ed è la cosa curiosa che la prima sede del club è stata proprio a Treviso, quindi io mi iscrivo a questo club e da li comincio a conoscere dei mastri davvero importanti provenienti da tutto il mondo. Dall’ America, dalla Spagna , dall’Inghilterra con quali mi perfeziono nella micro magia. I miei primi spettacoli sono nei ristoranti, negli hotel, nei piani bar, durante i meeting aziendali, matrimoni etc. con le carte, monete, spugne, corde, e piccoli oggetti presi in prestito dal pubblico.  Successivamente, sempre con l’appoggio di Martin, ho cominciato ad esibirmi con le grandi illusioni – vero e proprio spettacolo teatrale – facendo apparire magicamente dal nulla le mie assistenti, facendole levitare, sparire fino a tagliarle in due…  La cosa bella è che inizialmente ho lavorato molto nelle discoteche, DISCO PALACE, EMME UNO, TAKABANDA, JAMILA BAR, SOTTOSOPRA – … insomma ho girato un po’.. e poi quando ho capito che le discoteche erano leggermente in declino, ho cercato di modificare la mia clientela rivolgendomi e concentrando le mie attenzioni ai meeting aziendali, matrimoni e grandi eventi…

URLOPOP – Il posto più strano dove hai mai fatto la magia?

NICOLA – Più che strano, diciamo lussuoso, il teatro la Fenice dal punto di vista sia di bellezza che di prestigio. Elencare tutti i posti è davvero lungo. Ho lavorato in tanti bei posti, tra i quali il palazzo Pisani Moretta a Venezia, Hotel Danieli, Castelbrando, ho avuto il piacere di lavorare per grandi aziende, Ikea, Mercedes, Vodafone, Cometa Gioielli, Formica, Tecnica, Metro, Alfa Romeo, Wurth, Opel, Volkswagen a Milano, Roma, Firenze.. La serata più strana – a si, Lancaster Group, profumi. Dovevo far apparire una boccetta di profumo per lanciare sul mercato un nuovo profumo. È una delle cose che io faccio normalmente e ultimamente, cioè lanciare sul mercato un prodotto nuovo.. Avevo due madrine di eccezione. I loro nomi sono top secret purtroppo.  Trenta secondi di esibizione per far apparire la boccetta di profumo da un foulard e lasciarla in mano. La boccetta me la spediscono da New York un mese prima in esclusiva così che io potessi prendere confidenza con peso, dimensioni etc. Faccio l’esibizione e prendo un cache da matti – per trenta secondi di esibizione. Diciamo che questa forse è la cosa più strana. Poi ovviamente ho fatto anche altre cose importanti.. Altre cose interessante a bordo di uno yacht privato per uno sceicco. Oppure una cosa curiosissima, un anno fa una persona molto facoltosa hanno mandato a Montecarlo la propria moglie ed il figlio. Il bambino compiva gli anni ed ha voluto il mago solo per sé stesso, quindi io ho fatto la esibizione solo per lui. Di solito questo non è il mio settore, però valeva la pena economicamente – nella sua suite un ora di spettacolo per questo bimbo che aveva credo otto o dieci anni. Ci siamo divertiti ed è stato veramente bello! Ultimamente ho avuto la fortuna di fare due crociere dall’altra parte del mondo con la quarta nave più lussuosa al mondo e lì facevo due spettacoli di 45 minuti parlati e due spettacoli di micro magia ai tavoli, al casino o al piano bar.

URLOPOP– Ti piace andare al casinò?

NICOLA – Si, mi piace. Ogni tanto ci vado.

URLOPOP – Bleffi?

NICOLA – Oh, che domanda! No, non bleffo e non posso bleffare, anche perché con le telecamere che ci sono ti scoprono subito. Non si può bleffare, perché se ti scoprono sono dei problemi seri.  Le persone che ci sono dall’altra parte del tavolo da gioco, sono dei veri professionisti. Sono sicuramente più bravi anche dei maghi. Mentre un mago lavora un ora al giorno, poi per carità magari ogni tanto si allena anche tante ore, fa degli esercizi per mantenere la manualità, quelli invece lavorano otto ore al giorno, 365 giorno al anno, quindi sono davvero abilissimi, anche perché fanno solo questo, fanno sempre le solite cose per tutta la vita.

URLOPOP – Ma ti è mai capitato che qualcuno ti chiedesse di andare al casinò per spennare una persona? magari per un compenso anche non indifferente?

NICOLA – Si, me l’hanno chiesto. Anzi, mi hanno chiesto di partecipare ad una bisca clandestina, per spennare magari il facoltoso del momento. Oppure la solita domanda banale – fammi sparire la moglie, portafoglio, ma va bene, quelle sono cose che succedono quasi ogni giorno.. (ride)

URLOPOP – Nicola preferisci lavorare da solo o in compagnia?

NICOLA – Di solito lavoro da solo, ma se ci sono degli eventi con più di 150 invitati, dico all’organizzatore che sarà meglio avere un altra persona di sostegno. Mia moglie mi segue la dove ci sono spettacoli più grandi, dove ho spettacoli teatrali. Lei è la mia spalla destra. Lei è la promotrice di tutta questa cosa, nel senso che è lei che mi ha sempre spronato a partire con questa professione e quindi le devo dire un immenso grazie. È sempre stata al mio fianco, quindi tutte le situazioni dal costume al look del personaggio, a tutto quello che è la promozione del evento, ovviamente anche dietro le quinte, per esempio quando faccio lo spettacolo grande che dura due ore. Lei si occupa anche di truccare le ballerine.

URLOPOP – Lei ti sceglie anche le ballerine?

NICOLA – Esatto, le selezioni sono sue 🙂 🙂 !

Diciamo che è un ottima collaboratrice e che senza di lei molte cose, non dico che sarebbero impossibili ma più difficili sicuramente.

URLOPOP – E adesso parliamo dell’evento di 29 marzo, cioè sarebbe questo sabato! Spiegaci meglio che cos’è e come nasce questa idea?

NICOLA – Nasce tutto per caso. L’anno scorso finita la mia esperienza sulla nave, era il periodo di capodanno, ero a casa. Avevo del tempo libero. Il 1 gennaio di 2014 invito il mio carissimo amico, Sacha Bruni (mio testimone di nozze) a trovarmi. Verso la sera non avevamo niente da fare, un può perché non passava il tempo gli ho detto guarda, sai cosa facciamo, facciamo un video, promoviamo un evento.  E ci siamo auto registrati. Abbiamo fatto un video dove chiedevamo dei soldi a fronte di un progetto che lanciavamo e da li è iniziato tutto. Perché è un video abbastanza buffo … che parte dal idea del crowdfunding – è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni… Lo abbiamo messo in internet ed è scoppiato il boom, perché nel giro di poche ore abbiamo ricevuto le prime donazioni il che ci ha fatto tirare su le antenne, perché abbiamo pensato forse questa cosa qua non è proprio da scartare. E quindi abbiamo costruito il nostro sito. Insomma, é partito il lavoro. Abbiamo cercato un teatro e devo dire che a Treviso con teatri siamo messi veramente male. Non è che sono pochi, anzi ci ne sono ma sono costosissimi, ma affittarli e costosissimo 6 – 7 mille euro al giorno e quindi sono dei costi veramente esorbitanti, perché dobbiamo aggiungere la SIAE, la pubblicità, ed esce un evento che costa 10.000 euro. Auto-proporlo diventa un rischio. Anche se è vero che la magia piace a tanti ma devi avere comunque un ufficio stampa, PR, etc.  Pero abbiamo detto vogliamo provarci ed il 29 marzo al teatro Aurora di Treviso si va in scena con questo show. È uno show divertente per tutta la famiglia. Abbiamo invitato tutti quelli che girano nel mondo di spettacolo impresari, proloco, proprio perché vogliamo far conoscere questa tipologia di intrattenimento che comunque regala sempre delle forti emozioni.

URLOPOP – Allora siete pronti insieme ai vostri bambini per la magica notte di sabato sera? Sarà una notte di attesa ed emozioni che URLOPOP vivrà insieme con Voi!

POST A COMMENT