e-mail: info@nicolapreviti.com   |  mob: (+ 39) 349 50 55 187

5 ILLUSIONISTI NEL MONDO – MAGIC MARTIN PRODUCTION

Il seguente articolo è stato scritto da Maurizio di Martino, e pubblicato sulla storica rivista del CMI Magia Moderna, n1 anno 2017.

Prima di iniziare desidero ringraziare di cuore il mio (da sempre) amico Gianni Loria, che mi ha stimolato a scriverlo e a condividerlo con tutti voi.

5 ILLUSIONISTI NEL MONDO – MAGIC MARTIN PRODUCTION

Fin da bambino ho sempre avuto un legame particolare con “Magia Moderna”, rivista che mi ha permesso di sognare e realizzare ciò che all’inizio era per lo più una passione, e che oggi da 30 anni, è una professione, la realizzazione di un sogno. Ogni volta che da ragazzino ricevevo “Magia Moderna” era sempre una gran festa. Ricordo i successi ottenuti da molti illusionisti che debuttavano ovunque, e le loro routine riportate con orgoglio dalla redazione, e questo mi faceva sperare che un giorno anch’io avrei avuto lo stesso destino.

“Magia Moderna” è stata per certi versi il carburante che ha messo il motore della mia passione, e mi auguro che lo sia ancora per moltissimi, e che possa portare la fortuna che ha portato a me.

I miei piccoli grandi record.

Intorno al 1993, nel pieno della mia modesta carriera televisiva, uscì un libro, 4 videocassette con un corso di magia in tutte le edicole d’Italia, un cd rom (il primo corso di magia interattivo al mondo) e 2 scatole magiche, una delle quali prodotta dalla apple. Fu un periodo che mi diede parecchie soddisfazioni, 180 puntate in 4 edizioni italiane de “Il Grande Gioco dell’Oca” condotto da Gigi Sabani, 20 puntate a “Domenica in”, 11 apparizioni a “Buona Domenica”, 2 edizioni di 80 puntate del “Grande Gioco dell’Oca” in Spagna e successive ospitate in tutte le televisioni del globo, tutto e sempre rigorosamente in diretta. Il video-editing che oggi ha completamente screditato molti illusionisti del mondo a quel tempo, grazie a dio, non era possibile. “Il pubblico presente è garante, e può provare che quanto vede il pubblico da casa non è soggetto ad alterazioni televisive” recitava il mago, e la ripresa continuava senza stacchi e con un’unica telecamera non suscitava alcun dubbio. Abbiamo impiegato oltre 40 anni a convincere il pubblico che ciò che avviene davanti ad una telecamera è autentico e nell’arco degli ultimi 10 anni torniamo ad essere messi in dubbio a causa di alcuni illusionisti di cui conoscete i nomi. Oggi, ogni video postato e ogni apparizione televisiva non è più credibile, poiché l’utente medio è in grado egli stesso di modificare un video, persino con un App.

Tornando a noi, scrivo questo articolo mentre sono in viaggio, sbarcato da Costa Fortuna a Saigon, la vecchia “Ho Chi Minh”, dalla quale volerò per Cartaguena per portare nuovamente il mio show a nuovi spettatori. Nel 1993 fui ingaggiato per 20 giorni dalla compagnia crocieristica Starlauro (oggi MSC), durante i quali ebbi la fortuna di avere a bordo il n. 1 ed il n. 2 della compagnia, il Sig. Emilio la Scala ed il Sig. Antonio De Rosa, che assistettero ai miei spettacoli, rimanendo piacevolmente sorpresi dalla formula che proponevo, rimasta fedele nei miei cromosomi da quando ho cominciati a capire come si costruiva una scaletta vincente. Cosa avesse di particolare quella sequenza, lo spiegherò di seguito.

I gradi maestri insegnano

La compagnia aveva già avuto moltissimi illusionisti, non vi era certo bisogno di me per sconvolgere i vertici dell’allora Mediterranean Shipping Cruise, ma evidentemente, lo studio attento di una scaletta ben ponderata, mi ha portato fortuna. I libri sono pieni di consigli su come si possa impostare uno show, ma è evidente che nessuno li legge. Oggi grazie a youtube, si accede immediatamente agli act di qualsiasi illusionista, ed i giovani prestigiatori, (a dire il vero anche qualche collega blasonato) si precipitano a costruire lo stesso identico effetto, ponendolo nel repertorio senza dar conto alla collocazione nella quale era originariamente presentato. Questo accade, perché nell’era del “tutto e subito” nessuno è più interessato a guardare gli spettacoli per intero. Chi prende possesso di un attrezzo e prepara un numero completamente decontestualizzato dall’idea originale o dal luogo in cui veniva presentato, sottovaluta tutti quegli aspetti psicologici che gli fornivano le motivazioni e le giustificazioni necessarie ad “ingannare” il pubblico. Se un attrezzo è cucito addosso ad un illusionista e ad un particolare spettacolo, occhio a toglierlo da un habitat in cui funziona, senza curarsi di ricollocarlo con estrema coscienza. Un famoso “collega” italiano ha collezionato molte figuracce a causa di tali leggerezze, ma stendiamo un velo pietoso.

Avevo 17 anni quando andai a vedere tante e tante e tante volte gli spettacoli itineranti del più grande professionista di tutti i tempi, “Silvan”. Se sapevi davvero osservare capivi come si impostava uno show che durava e dura ancora 2 ore, comprendevi come si intercalano i numeri, come si mettono in sequenza logica le varie discipline magiche, come si usa la musica, come si usano e perché si usano gli stacchetti, come si intercalano i momenti divertenti e momenti ad alta tensione, e moto altro. I grandi maestri ci insegnano che molte molte regole cambiano in base ai luoghi dove lavori, che se metti in scena un recital piuttosto che un magic show è importantissimo un buon utilizzo delle luci. Guardando Silvan con attenzione si scopre l’importanza della regia e ogni volta porto a casa informazioni importantissime. Oltre a lui e dopo di lui, Copperfield insegna parecchio, a patto che sappiate davvero osservare, e che guardiate lo spettacolo per intero. Ricordo che all’età di 9 anni esisteva nella mia Sicilia, un mago che girava i teatri parrocchiali con 3 serate consecutive e diverse tra loro per un totale di 6 ore di spettacolo in tre giorni. Il suo nome era “Picar” e somigliava al grande mago di origine danese “Dante”. L’impostazione dello show era talmente perfetta che per 2 ore nessuno fiatava.

Riprendendo il filo, grazie a queste mie esperienze, quando i vertici di Msc video il mio show, rimasero completamente spiazzati. Gli eccellenti illusionisti che mi avevano preceduto erano bravi, ma bravi in una sola disciplina. C’era chi faceva solo colombe, chi solo mentalismo, chi solo grandi illusioni, chi solo comedy, chi solo manipolazioni, insomma degli artisti bravissimi ma nella loro unica categoria. Tuttavia ciò che vinse (e vince tutt’oggi) è una formula varia e dinamica.

Tale formula fa parte del mio attuale show e delle mie 5 produzioni. Questo cocktail di discipline deve esordire col botto, una sequenza potente di tre illusioni collegate tra loro senza lasciare fiato, una parte centrale dello show, rilassante e con la partecipazione del pubblico (possibilmente comedy), una sequenza potente di altri due illusioni forti, una manipolazione dove si possa vedere l’abilità del mago, un pezzo che susciti tensione (un esperimento di mentalismo ad esempio) sempre con la partecipazione del pubblico, ed un rush finale mozzafiato.

Dopo moltissimi anni di successi strepitosi in ogni parte del globo, ed inaugurando sempre tutte le ammiraglie MSC, mi viene offerto un contratto per poter lavorare su tre navi diverse contemporaneamente dalla direzione Costa Crociere, a patto che usassi questa formula appena descritta, che presto copieranno i colleghi resident in altre navi. Passano altri 10 anni nei quali salto da una nave all’altra e grazie al risultato ottenuto nell’arco di questi anni, inaugurando anche su Costa Crociere ogni nave ammiraglia, nel 2014 mi viene proposto di produrre 4 show in 4 differenti navi, show che devono mantenere la tipologia di cui vi accennavo sopra. Quindi divento creatore, produttore e ideatore di 4 mega produzioni magiche, dove musiche, illusioni, costumi, luci e regia sono frutto della mia esperienza con 5 illusionisti selezionatissimi, tra centinaia di artisti che conosco e che considero delle vere e proprie Ferrari.

5 ILLUSIONISTI PER 2 MILIONI DI SPETTATORI IN 18 MESI

Le cinque stelle della flotta

LEONARDO CARRASSI – OVER THE ILLUSION

Debuttammo a novembre 2014 con il primo show, su una delle più belle navi di Costa Crociere, Costa Mediterranea, che in 18 mesi farà 2 traversate atlantiche, tra l’Europa e i Caraibi, approdando in più di 20 nazioni ed innumerevoli città.

La mia ricerca verso un illusionista dalle qualità eccellenti, va immediatamente su Leonardo Carrassi, un bravissimo collega con un immagine magica molto forte, una personalità scenica imponente e sorprendente, e con un passato di qualsiasi tipologia di esperienze magiche in Italia e in giro per il mondo. Inoltre ha un entusiasmo ed una propensione alle nuove sfide che mi incoraggia sin da subito. Quando lo conosco lui ha un calendario fittissimo di date e le prime nostre conversazioni avvengono con Skype, quando lui si trova a Dubai per lavoro. Leonardo è un professionista affermatissimo nel mercato magico, col quale si stanno aprendo altre porte ed altri progetti, autore del libro appena uscito “Guadagnare con la magia” in cui svela alcuni suoi segreti per ottenere ottimi risultati professionali.

Scelgo per lui uno show con 9 splendide illusioni tra cui due numeri unici al mondo, una levitazione disegnata da Tim Clothier e la Squezze Play di Chuck Jhones. Degna di nota è anche una versione particolare della Spiker on Fire a tre apparizioni, creata da Tilford Douglas, che Leonardo esegue con un’energia teatrale magnifica, aggiungendo piccole chicche personali e che riceve enormi e forti consensi del pubblico in sala. Tra i suoi numeri personali invece ho scelto un act di trasformismo (firmato dalla bravissima costumista e donna di spettacolo “Jasmine”), una versione presentata in maniera straordinaria della Slide Man (Steinmayer), che rende finalmente credibile questa illusione, e che sembra cucita addosso alla sua personalità. Nel repertorio di Leonardo ho trovato e scelto anche la sua esilarante “Sexy Gag” momento in cui il pubblico in sala si schianta dalle risate, seguita dalla Spada di Montecristo. Molto suggestive la sua iniziale apparizione dal fumo, la bellissima Assistant Revenge, e una classica ed antica De Kolta Chair. Lo spettacolo è stato definito da qualcuno “uno dei migliori spettacoli di magia degli ultimi 10 anni” a bordo di Costa Crociere. “Over the illusion” sin dal debutto con 2500 persone in sala, è da subito un successo. La personalità di Leonardo calca la scena con energia e prende subito il pubblico con i suoi occhi ed il suo sguardo magnetico. La collaborazione creata assieme e la mia regia, fanno di questo spettacolo uno dei migliori show del Teatro Osiris, struttura a tre piani che non a nulla da invidire ai teatri di Las Vegas. Durante lo show sono coinvolte 14 persone tra tecnici, assistenti di scena e ballerine. Un grazie particolare alla sua assistente e partner nella vita, la dolcissima e bellissima Magali.

NICOLA PREVITI – METAMORPHOSY

La seconda produzione che mi viene chiesta di creare è sulla Costa Fascinosa, nave da 5000 persone. Il prescelto è Nicola Previti, che seguo da anni e con il quale ho un rapporto speciale, impreziosito da stima reciproca e da profonda e sincera amicizia.

Nicola Previti, un premiato professionista che vanta un incredibile curriculum con moltissime esperienze nei teatri, nei circhi, sulle navi, nelle piazze, nei congressi, e sulle navi da crociera, è stimato da tutti i maghi è un artista a tutto tondo. Ha una immagine accattivante, sempre elegante, sempre alla ricerca di migliorie, e con una straordinaria dote che lo rende grande, “la sua umiltà”. Ha un sorriso sornione che ti ammalia sin da subito e che lui usa furbamente in scena con l’astuzia del fuoriclasse.

Per lui creo e produco “Metamorphosysy”, uno show con altre 9 illusioni tra cui la Double Levitation realizzata da Tilford Douglass (versione in cui mago e ballerina volano inspiegabilmente a 5 metri di altezza), una originale e mai vista apparizione del mago, creata da Craig Dickens, una Clif Illusion unica, disegnata e realizzata da Mark Parker, una particolare De Kolta Chair realizzata da Franco Borgo, una Bo Staff, una Spiker on Fire ed una versione particolare della Modern Art. Inoltre Nicola porta con se un asso nella manica una sua versione degli anelli di tre spettatori che si incatenano tra loro. Prende standing ovation ogni sera (quasi fosse una procedura), sia nel mediterraneo con passeggeri europei, sia in Brasile da dove è appena rientrato. Anche questo show (basta leggere i forum che sono on line) è ritenuto tra gli show più belli di tutta la crociera.

Nicola deve una parte del suo enorme successo alla splendida e bella moglie Francesca che insieme a 2 ballerine esegue magistralmente le illusioni di “Metamorphosys”.

Nicola Previti ha avuto la fortuna di essere visto dalla direzione Costa al completo, i quali vertici sono andati personalmente a congratularsi con lui per il grande successo ottenuto, ed è stato richiesto per un contratto in Asia, dove sono certo otterrà grandi consensi, aggiungendo sul suo già ricchissimo curriculum un’altra grande esperienza.

ANGELO MILELLA “FABRICE” – INCANTO

Fabrice è un prestigiatore multiforme con conoscenze e cultura magica incredibile, esperto di ogni disciplina illusionistica. Oltre ad essere già stato in Cina con altre compagnie crocieristiche, oltre ad aver già girato il mondo con il suo show, parla perfettamente il cinese, e conosce alla perfezione il pubblico asiatico. Il contratto prevede 3 anni in Asia per cui era necessario fin dall’inizio trovare persone affidabili e professionali. Angelo Milella, lo scelgo con sicurezza perché so che posso contare su un vero professionista, sia per la sua preparazione che per la sua abilità scenica.

Per lui creo e produco lo show “Incanto” su Costa Serena. Voliamo a Shanghai con un cargo di 14 fligh case, e una volta a bordo montiamo questa produzione, con una apparizione del mago, tre illusioni eseguite in modo veloce e consecutivo, e un momento di relax con la twister costruita da Bill Smith. Successivamente Angelo presenta una floating rose in maniera magistrale, col pubblico cinese in visibilio, una sequenza micidiale di pick pocketing rubando qualunque cosa, e usando tempi e misdirection eccezzionali. Lo show continua con una bellissima versione della Hollywood Box con l’apparizione di una seconda ragazza, illusione realizzata da Tilford Douglas, che realizza per lui anche una Ashra levitation son apparizione della ragazza in mezzo al pubblico. Luci e presentazione corretta fanno di questa illusione un numero strabiliante, grazie anche alla perfetta conoscenza di Angelo dei fili e delle luci. Questa fa si che l’illusione viene presentata con una illuminazione chiara e visibile, numero che di solito molti colleghi proprio perché non conoscono il valore delle giuste luci, presentano al buio, perdendo gran parte dell’effetto. Prosegue poi con una versione del serpente che i cinesi apprezzano moltissimo, una Modern Art con finale a sorpresa ed una Go Bumb Illusion che lo porta ad una meritata standing ovation.

OLIVER MALDONADO – WITHNESS OF THE IMPOSSIBLE

La quarta produzione è sempre per la Cina, sulla grande Costa Atlantica, nave gemella della Costa Mediterranea. Il prescelto questa volta è un eccellente e giovanissimo mago spagnolo, segnalatomi dal mio amico Nestor Rosten. Mai segnalazione su così appropriata. Si chiama Oliver Maldonato, un bravissimo performer con tempi magici e musicali nel sangue. Per lui creo e produco uno show che io presento da tantissimi anni “Withness the impossible”. Questo titolo che io uso da oltre 12 anni, è in onore di Richiardi Junior e devo dire che mi ha portato molta fortuna. Non ha nulla a che vedere con l’attuale e fortunatissimo “The Illusionist” che porta un titolo molto simile, e che del resto non credo sia legato al noto Richiardi Junior. Lo show è composto da 11 illusioni create da Tilford Douglas, Craig Dickens, Bill Smith e Nestor Rosten: una bellissima Smoke Chanber, un indu basket in versione piramidale, una Origami Box, una Piece to Piece, una Windshear, una Crearly Impossible, una Metamorfosi aerea, una Double Levitation (versione 5 metri) una Cristal box personalissima (realizzata dal grande Gianni Mattiolo) una maestosa Neon Illusion, una versione personale di Oliver della nevicata, una routine da oscar degli anelli cinesi, una splendida versione della corda di Tabary, con una musica meravigliosa ed un grandissimo e giovanissimo Oliver (che continua a sbalordirmi). Del resto il curriculum straordinario di questo giovanissimo illusionista lo precede. Oliver è allievo di Tamariz e della grande scuola spagnola, abituato a lavorare ogni sera negli hotel delle isole canarie e in qualsiasi condizione.

La sua bella presenza scenica, il suo sorriso, il suo essere atletico, il suo abbigliamento curato e la sua conoscenza del palco, fa trasparire un ragazzo deciso e sicuro di se. La sua professionalità e la mia attenta consulenza, hanno fatto di questo show un’altra perla di Costa Crociere.

ADRIANO MARIANI, IL JOLLY DELL’EQUIPE

E arriviamo al quinto illusionista conosciuto grazie all’amico di tutti, il meraviglioso Gabriele Gentile. Tra tutti Adriano è quello che ha il compito più difficile, sostituire gli illusionisti ogni volta che si riposano dopo 6 mesi di contratto. In questo periodo Adriano ha il compito di andare a bordo di ogni nave dove il mago “resident” è di casa, e imparare ad eseguire lo show di turno. Quindi Adriano deve conoscere più spettacolo ed eseguirli alla perfezione secondo il suo stile.

Adriano si è dimostrato sin da subito un professionista eclettico, oltre che un bravissimo manipolatore, sostituendo per due mesi lo show in Asia sulla Costa Serena, e per altri due mesi lo show sulla Costa Atlantica. Mentre vi scrivo Adriano si prepara per volare a Shanghai e prendere per la seconda volta le redini dello show, mentre Angelo Milella vola nella sua Bari a riposarsi.

Adriano Mariani con il suo personalissimo stile e modo di porsi, ha blindato la sua figura magica nella compagnia che ritiene lui e gli altri 4 illusionisti, grandi artisti che portano alto il nome della magia ovunque nel mondo.

Produttore, creatore e regista: Mago Martin

Illusionisti: Leonardo Carrassi, Nicola Previti, Angelo Milella, Oliver Maldonado, Adriano Mariani

Nel progetto: 36 illusioni, 12 ballerine, 20 stage hands, 4 light designer, 4 sound technicians, 4 stage manager, 4 capo tecnici.

Carpinter manager: Enrico Dal Maso

Costumista: Jasmine Fata

Ringrazio Costa Crociere, in particolare due splendide donne del dipartimento intrattenimento, Paoletta e Paulona, Federico, Tatiana, Roberto, Andrea e Gianclaudio.

Un grazie ai miei figli putativi, Leo, Nico, Adry, Oliver, Angelo per la fiducia che tutti hanno avuto nella mia persona.

Termino questo articolo mentre ci vengono proposte nuove sfide, che porteranno un altro piccolo contributo al riconoscimenti della magia italiana nel mondo.

Martin.

POST A COMMENT